SORRENTO E' IL PIU' BEL LUOGO DELLA TERRA PER L'IRISH EXAMINER


"Sorrento è una base formidabile per esplorare luoghi del calibro di Pompei e l'isola di Capri", scrive Tony Clayton-Lea, giornalista del Irish Examiner, noto quotidiano della Repubblica di Irlanda. Un articolo ricco di suggerimenti e consigli per visitare la costiera, ma anche molto critico e a tratti spietato riguardo alcuni aspetti (soprattutto su Capri).

Ecco una traduzione parziale del suo articolo:

"E' grande abbastanza per fare ciò che si vuole per un paio di giorni, ma abbastanza piccola da non essere invasa da troppi visitatori. E, inoltre, c'è un profumo di gelsomino che infiltra i sensi ad un livello quasi inebriante.

Pane fresco, formaggi, una caraffa di vino, e non sono nemmeno le 2.00. Un buon inizio di weekend? Oh si.


Dalla mattina successiva, abbiamo subito scoperto che Sorrento è più di una base per esplorare altri luoghi affascinanti, ma un fascinoso luogo per restare (è bello soprattutto passeggiare tranquillamente di notte, perché non c'è troppo da fare o da vedere durante il giorno). E questo è ottimo per poter visitare Positano, Capri e Pompei. 

Pompei (ora rientrante nella conurbazione di Napoli per la sua incredibile espansione) è ottimamente conservata, e abbastanza travolgente.
Quello che è veramente sorprendente è la dimensione e l'integrità di Pompei - è enorme, con le case, ciottoli di strada, anche canali di scolo, conservati come se gli ultimi 2000 anni non fossero esistiti.

E ', senza enfatizzare troppo, un'esperienza molto particolare - un'antica città fantasma, scoperta a metà del 18 ° secolo dai governanti borbonici di Napoli - che sembra stranamente contemporanea. 

Il giorno dopo andiamo al piccolo porto per un viaggio in traghetto per l'Isola di Capri.
Purtroppo, ci sono turisti in cattività, e quindi siamo obbligati a pagare € 35 per andata e ritorno per un viaggio in traghetto di 20 minuti - non c'è modo di uscirne: se non tirar fuori i soldi, allora non si parte...

Ancora più triste pensare che quando siamo sbarcati sull'isola di Capri, non eravamo neanche troppo colpiti.  Bella, naturalmente - come ogni isola al largo della Penisola Sorrentina - ma ci siamo sentiti delusi fin dall'inizio. Sembrava che ci fosse più turisti che abitanti, e quelli che hanno lavorato nei negozi (molti dei quali erano di fascia alta) sembrava avere, prima ancora che nel pieno della stagione turistica, una stanchezza su di loro che era comprensibile...

Abbiamo passeggiato sopra e sotto, e abbiamo mangiato un povero pranzo a La Palette Ristorante, che aveva una vista mozzafiato sulla baia, ma poco altro. Siamo tornati al porto, dove abbiamo aspettato per il traghetto per Sorrento, e pagato € 9 per due piccoli caffè. Siamo stati, cari lettori, "regalmente derubati" con quei prezzi, ma sembra che Capri si aggrappi ancora disperatamente al suo antico status di una compact arena della Hollywood degli anni 60 / 70. La verità è che è datata come un timbro utilizzato.

Tornati a Sorrento per l'ultimo giorno, siamo stati in giro con il profumo di gelsomino e limone in aria (con i limoni delle dimensioni di meloni).

Abbiamo dato la chance ad un ristorante in strada che è semplicemente divino, abbiamo ordinato del cibo meraviglioso e del vino inebriante, relax, e dire ciò che troppe persone dicono in quei momenti: torneremo. Ma sai cosa? Abbiamo già prenotato i nostri voli!"

I suggerimenti della settimana

Post del momento

‘ A TOMBOLA SCOSTUMATA CU ‘A MERENNA SPETTACOLO - 9 dicembre 2017

NATALE è alle porte, si avvicina il periodo più bello dell’anno e con esso la magica e caratteristica atmosfera che lo contrad...