Cosa Mangiare a Napoli: GLI STRUFFOLI


Foto di Dario Romaniello, riproduzione riservata

Gli struffoli sono dei tipici dolci natalizi della cucina napoletana.

Il nome dello "struffolo", ossia della singola pallina che compone il dolce, deriverebbe dal greco, precisamente dalla parola στρόγγυλος (stróngylos, pron. "strongoulos" o "stroggulos") che significa "di forma tondeggiante".


Nonostante la loro tipicità, sembra che gli struffoli non siano stati inventati a Napoli ma che siano stati portati dai greci già ai tempi della Magna Grecia. Peraltro, nella cucina greca esiste ancora una preparazione simile, i loukoumades (ghiottonerie).



Un'ipotesi più probabile sull'origine degli struffoli è di derivazione spagnola. Esiste infatti, nella cucina andalusa, un dolce estremamente simile agli struffoli, il piñonate, che differisce dal dolce napoletano solo per la forma delle palline di pasta, che sono più allungate. La parentela tra struffoli e piñonate potrebbe risalire al lunghissimo periodo divicereame spagnolo a Napoli.


Anche l'uso come dolce tipico natalizio sembra essere relativamente recente, in quanto il ricettario del Crisci (1634) ne fa cenno ma non specificamente in relazione al pranzo di Natale.

Come fare gli struffoli? 


Per saperne di più su altri piatti tipici napoletani clicca qui:
http://www.vienianapoli.com/p/cosa-mangiare-napoli.html

I suggerimenti della settimana

Post del momento

MOSTRA DI ANDY WARHOL A NAPOLI - Più di 200 opere nel centro storico - Tutte le info...

Alla Basilica della Pietrasanta , dal 26 settembre, in mostra oltre 200 opere di Andy Warhol con un’intera sezione dedicata all’Ita...