Riapre Pompei - Info sul come accedere ai percorsi...



Il 26 maggio riaprono anche gli scavi di Pompei in questa fase 2. 
Ecco il comunicato dal profilo Facebook ufficiale:
"Pompei riapre il 26. Per introdurvi al percorso di visita che partirà esclusivamente dall'ingresso di Porta Anfiteatro, in questa prima fase, seguiteci in una serie di appuntamenti dedicati ad alcuni spazi verdi ed edifici che continueranno a emozionare i nostri ospiti.

Dall'ingresso di Porta Anfiteatro, prima di addentraci nella città, quel vialetto che scende subito a sinistra porta alla necropoli di Porta Nocera, organizzata ai lati di una strada funeraria che corre quasi parallela alle mura di Pompei. Qui troviamo diversi monumenti funerari, fra cui quello di Eumachia, la sacerdotessa che dedicò nel Foro un importante edificio. 

Se andiamo ancora più avanti, possiamo raggiungere, entrando in città, un posto straordinario che documenta la tragedia che si è abbattuta su Pompei nel 79 d.C. L'Orto dei Fuggiaschi, un vigneto recintato all'epoca dell'eruzione, ospita i calchi di 13 vittime di adulti e bambini che tentarono di scappare dalla città dalla vicina Porta Nocera, ma proprio qui il potente flusso piroclastico sceso dal Vesuvio fermò tutte le loro speranze."

E questo è un altro comunicato di qualche giorno prima:
"Ci siamo quasi, e questa volta non sarà più virtuale. Dal 26 maggio torneremo a riassaporare, e con tutta calma, le atmosfere di alcuni dei luoghi più suggestivi di Pompei. Per introdurvi al percorso di visita che partirà esclusivamente dall'ingresso di Porta Anfiteatro, in questa prima fase, vi proponiamo di seguirci in una serie di appuntamenti dedicati ad alcuni spazi verdi ed edifici che continueranno a emozionare i nostri ospiti.

Fra le oasi di pace che impreziosivano le più belle residenze di Pompei, spicca il cuore verde del grande complesso privato dei Praedia di Giulia Felice, unico nel suo genere. 

Accediamo dall'ingresso posteriore che si apre sulla piazza dell'Anfiteatro: di fronte ci troviamo a quella che possiamo definire una vera "villa urbana", nata alla fine del I secolo a.C. dall'accorpamento di precedenti costruzioni, e caratterizzata all'interno dalla prevalenza di raffinati e lussureggianti spazi verdi. Un porticato scandito da esili colonne in marmo, un giardino con euripo (canale idrico) che creava una magica sensazione idillico-sacrale per la presenza dalle immagini di Pan e del sapiente greco Pittaco di Mitilene, comodi quartierini per ospiti benestanti; il tutto arricchito da un unitario e vivace ciclo pittorico di IV stile pompeiano."


ACCESSO:

ITINERARIO OBBLIGATO E INGRESSI CONTINGENTATI NEL PARCO ARCHEOLOGICO DI POMPEI
Il biglietto di ingresso è acquistabile esclusivamente on-line sul sito www.ticketone.it (gratuità e riduzioni come da normativa vigente).

Al momento dell’acquisto on-line il visitatore potrà scegliere la fascia oraria di ingresso, prevista ogni 15 minuti per un massimo di 40 persone per turno. Il biglietto dovrà essere mostrato all’ingresso, direttamente su smartphone/tablet (QRcode) o già stampato a casa su carta.

La prenotazione sarà possibile anche nella stessa giornata fino a esaurimento disponibilità

L’ingresso unico sarà quello di Piazza Anfiteatro, con possibilità di uscita, attraverso il tempio di Venere, da Piazza Esedra o da Porta Marina. La visita si svilupperà lungo un percorso a senso unico, segnalato all’interno del sito.

Tutte le altre info sull'accesso, i contatti telefonici e gli orari di apertura ed ingresso sono sul sito ufficiale: 

I suggerimenti della settimana

Post del momento

Napoli avrà una nuova metropolitana - In arrivo la Linea10: Da Cavour ad Afragola

La Linea 10 della Metropolitana potrebbe essere realtà già dal 2021.  Partirà da Napoli , stazione Cavour, fino ad Afragola , per unirla all...