RINT E VIC: La discesa verso il mare

Cesario Console fu ammiraglio italiano, comandante della flotta del ducato di Napoli. Non è un caso, quindi, che a lui sia stata dedicata proprio quella via che unisce Piazza del Plebiscito a via Nazario Sauro

La strada, infatti, è una vera e propria discesa verso la più ambita delle destinazioni: il mare.

E il bello è che, chi attraversa per la prima volta quella zona, non sa ancora quale piacere sarà riservato ai propri occhi.
Non sa che l’immensità di Piazza del Plebiscito, appena lasciata alle spalle, è poca cosa se paragonata all’infinito che tra poco gli si parerà dinanzi.
Non lo sa soprattutto perché non lo vede. Il bello di via Cesario Console, infatti, è che si fa scoprire a poco a poco, passo dopo passo. Inizialmente appare una semplice strada in discesa con qualche bar e panchina. 
Poi, però, a poco a poco, la lunga coda di edifici che costeggiano il lato destro della strada sembra ritirarsi a favore dell’azzurro del cielo che si tuffa nel mare. 
La sensazione offerta da questo spettacolo della natura è simile a quella che si prova di fronte al miraggio di un’oasi nel deserto
Sollievo misto a piacere, il tutto racchiuso in un’immagine statica e limitata nello spazio, quasi un quadro. Eppure quel quadro a cielo aperto racchiude l’infinito. Se, poi, si pensa che nelle giornate di sole fa sfoggio della sua bellezza anche il Vesuvio, si capisce quanto Napoli possa essere generosa.

Fabiana Carcatella

Riproduzione riservata


I suggerimenti della settimana

Post del momento

VISITA GUIDATA: La Napoli Nascosta: un viaggio nel passato - 17 settembre 2017

Un Viaggio nel passato di tremila anni di storia dal Giardino di Babuk al ventre di via Foria tra antiche cisterne, ipoge...