NAPOLI LEGGE ARIOSTO

9 – 23 maggio 2015

Da Scampia al Vomero, gli studenti delle scuole di Napoli interpretano l'Orlando Furioso in tre castelli della città. Viaggio nel poema cavalleresco che porterà alla realizzazione di un audiolibro narrato dai ragazzi e di un documentario sulle performance di lettura diretto da Stefano Incerti (Gorbaciof) con i giovani allievi della Scuola di Cinematografia dell'Accademia di belle Arti di Napoli.

Venti scuole di Napoli adottano un canto dell'Orlando Furioso: la Fondazione Premio Napoli, in occasione del Maggio dei monumenti, invita centinaia di studenti a cimentarsi con la lettura pubblica del capolavoro di Ariosto in tre castelli della città: Castel S. Elmo (9 maggio), Castel dell'Ovo (16 maggio) e Castel Nuovo (23 maggio).
Inaugurata lo scorso 14 gennaio con la lettura del primo canto dell'Orlando Furioso da una madrina d'eccezione, l'attrice Sonia Bergamasco, l'inedita avventura didattica è promossa in collaborazione con l'associazione culturale onlus “A voce Alta” e il “Laboratorio di lettura espressiva” di Patrizia Di Martino.

Diviso in due anni, il progetto di lettura integrale dei quarantasei canti dell'Orlando Furioso (pubblicato nel 1532) si concentra nel 2015 sui primi ventitré, reclutando licei e istituti superiori dell'area cittadina, per approfondire nel 2016 gli altri ventitré, riletti dalle scuole superiori della provincia partenopea. In alcuni casi, approfittando delle letture, l'opera ariostesca è stata anche sceneggiata come nel caso dei laboratori teatrali del Liceo Sannazaro.


“Quando abbiamo cominciato a ragionare sul progetto, a giugno dello scorso anno – osserva il presidente della Fondazione Premio Napoli Gabriele Frasca - eravamo in pochi: lo staff della Fondazione e alcuni docenti fortemente motivati delle scuole cittadine. Abbiamo cominciato a riunirci, dialogare, discutere, e nel giro di poco la sede della Fondazione, una riunione dopo l’altra, ha cominciato a diventare sempre più stretta. Qualcosa insomma nel corso di pochi mesi è avvenuta, e non è una cosa di poco conto: la gioia di stare insieme e progettare un percorso unitario di apprendimento per gli studenti di questa città intorno a un capolavoro assolutamente contemporaneo”.


  • L'Orlando Furioso tra hip hop, fiction e “cortesi” scontri religiosi

Una scelta non casuale quella dell'Orlando Furioso proprio per la sua sorprendente aderenza ai gusti dei più giovani. E questo sia per ragioni poetiche sia per ragioni ritmiche.

“L'accento metrico e la grande cantabilità del poema – continua Gabriele Frasca - ha conquistato gli studenti, che hanno giustamente avvertito nelle ottave dell'Ariosto un testo dal sound hip-hop”. Altro elemento innovativo è la prefigurazione che l'Ariosto fa della serialità contemporanea, rinnovando la tecnica del romanzo medievale dell'“entrelacement”, ovvero del continuo intrecciarsi delle vicende dei diversi personaggi che vanno a costituire molteplici fili narrativi. “Il metodo narrativo adottato nell'Orlando Furioso è molto vicino a quello oggi utilizzato nelle fiction, soprattutto quelle americane, dove tra una puntata e l'altra si intrecciano numerose storie parallele. Lo stesso accade nei canti del poema, dove al compimento di una trama se ne avvicenda lo svilupparsi di molte altre”.

A dettare la scelta dell'Orlando Furioso anche il modo in cui l'Ariosto tematizza e mette in scena quello che oggi si fa passare come “scontro di civiltà”. “Ariosto dimostra che gli scontri di religione – spiega Frasca – sono solo apparenti. All'epoca i rapporti tra Cristianesimo e Islam erano splendidi e laddove l'autore rappresenta degli scontri lo fa solo per divertire l'uditorio. Quel che emerge dalla sua lettura e che i ragazzi hanno colto benissimo è che anche quando ci sono battaglie e scontri prevale sempre e comunque il valore della cortesia”.

  • Un documentario diretto da Stefano Incerti

Le letture pubbliche tenute dagli studenti in tre castelli di Napoli (Castel S. Elmo; Castel dell'Ovo e Castel Nuovo) saranno documentate dalle immagini video degli allievi della Scuola di Cinematografia dell'Accademia di Belle Arti di Napoli diretti da Stefano Incerti, autore nel 2010 di "Gorbaciof", con Toni Servillo (da poco è passato in sala il suo ultimo lavoro, il noir "Neve").

Le performance degli studenti dei Licei e degli Istituti superiori impegnati a misurarsi con l'Ariosto saranno quindi narrate attraverso l'opera di altri studenti poco più grandi, gli allievi della Scuola dell'Accademia guidata da Incerti. Un'occasione, l'ennesima, per rinsaldare un rapporto di collaborazione che tra seminari, cicli di incontri e rassegne vede da tempo lavorare insieme la Fondazione Premio Napoli e l'Accademia di Belle Arti di Napoli.



  • Un audiolibro narrato dagli studenti

Nel corso dell'esecuzione delle letture, i docenti individuano un lettore “speciale” cui affidare la narrazione del canto da registrare in vista della realizzazione dell'audiolibro del poema ariostesco. Alla fine del percorso la Fondazione Premio Napoli metterà gratuitamente a disposizione sul sito www.premionapoli.it l’audiolibro dell’“Orlando furioso” letto dagli studenti delle scuole di Napoli.

  • Le scuole che partecipano al progetto

Liceo scientifico statale “Tito Lucrezio Caro”; liceo statale “Ettore Majorana”; Liceo statale “E. Pimentel Fonseca”; liceo scientifico statale “R. Caccioppoli”; liceo scientifico statale “Elio Vittorini”; liceo statale “G. Mazzini”; liceo scientifico “Leon Battista Alberti”; liceo scientifico “Galileo Galilei”; liceo scientifico “G. Mercalli”; liceo classico “Umberto I”; liceo classico “G. Garibaldi”; liceo classico “V. Emanuele II”; liceo classico “Jacopo Sannazaro”; liceo classico “G. B. Vico”; Liceo artistico SS: Apostoli; liceo statale “Cuoco – Campanella”; liceo “Margherita di Savoia”; Isis “M. Pagano-Bernini”; liceo classico “A. Genovesi”; Itis “Galileo Ferraris”.


  • Il calendario delle letture
  1. 9 maggio, ore 9.30 – Castel S. Elmo (quartiere Vomero/Scampia) – lettura dei canti dal n. 1 al n. 7
  2. 16 maggio, ore 9.30 – Castel dell’Ovo (quartiere Chiaia) – lettura dei canti dal n. 8 al n. 15
  3. 23 maggio, ore 9.30 – Castel Nuovo (quartiere centro storico) – lettura dei canti dal n. 16 al n. 23

I suggerimenti della settimana

Post del momento

FOTO - Molo Beverello: ecco come sarà e quando...

Il progetto presentato con questo rendering è di circa 20 milioni di euro e prevede di radere al suolo tutto il molo Beverello e c...