Rolex Capri Sailing Week: a Capri 4 giorni di regate


Da oggi, mercoledì 10 maggio, si torna a regatare nelle acque dell’Isola Azzurra per il fitto calendario velico della Rolex Capri Sailing Week, organizzato da Yacht Club Italiano, Circolo del Remo e della Vela Italia, Circolo Canottieri Aniene e Yacht Club Capri.

Nel campo di regata di Capri, dal 10 al 13 maggio, ben 107 equipaggi si daranno battaglia per conquistare la vittoria nelle regate del programma velico che assegna il titolo del Campionato Nazionale del Tirreno, ma le gare sono anche valide per la Farr 40 Class Regatta e la Mylius Cup.

Intanto, dopo la vittoria in tempo reale nella Tre Golfi del team bresciano di Kuka 3, il Comitato di Regata ha ufficializzato anche i nomi dei vincitori, in tempo compensato, assegnando: la Coppa Sen Andrea Matarazzo, challenger perpetuo al primo classificato in Overall ORC, Ange Trasparent II, (YC Monaco) dell’armatore Valter Pizzoli che ha vinto anche nel raggruppamento classe 0-2. La Coppa Mariano Verusio, challenger perpetuo al primo Overall IRC, è andata a Cippa Lippa Rossa (RYCC Savoia) di Guido Paolo Gamucci

In Classe 3-5 la vittoria invece è andata a Nimar II, di Francesco Forte, mentre a conquistare il successo nella speciale categoria della Tre Golfi x2, che assegna la coppa Beppe Knight, è stata Lunatika, il Sun Fast 3600 dei cantieri Jeanneau dell’armatore Stefano Chiarotti. Infine, nella classe Gran Crociera, targa Knight per il primo classificato Skin, il First 50 cantieri Beneteau, di Giovanni Pavia.

Archiviata la prova lunga del calendario ora tutti dovranno dimostrare il valore nel campo di regata sulle boe ed affrontare l’imbarcazione padrona di casa, il First 45 Vahinè dell’armatore Francesco Rapone, che con i colori dello Yacht Club Capri e della società Porto Turistico di Capri difenderà il titolo vinto lo scorso anno.

Info: www.rolexcaprisailingweek.com

I suggerimenti della settimana

Post del momento

VISITA GUIDATA: La Napoli Nascosta: un viaggio nel passato - 17 settembre 2017

Un Viaggio nel passato di tremila anni di storia dal Giardino di Babuk al ventre di via Foria tra antiche cisterne, ipoge...