CRISTIANO DE ANDRE' CHIUDE IL FESTIVALMANN - 25 Aprile ore 21.30


Si chiude con Cristiano De André il FestivalMANN/Muse al Museo, domani martedì 25 aprile. Alle 21,30 nel Salone della Meridiana il cantautore si esibirà in “De André canta De André”,
 il progetto di successo con cui porta avanti l’eredità artistica del padre Fabrizio, vestendola di una nuova personalità attraverso la sua impronta. Cristiano De André salirà sul palco in versione acustica, accompagnato da Osvaldo Di Dio alla chitarra, ospite in apertura Paolo BenvegnùAlle 16,00 De André, intervistato dalla giornalista Ilaria Urbani, incontrerà il pubblico in Sala Letteratura per presentare il suo libro “La versione di C.”, un’autobiografia intensa e sorprendente sul suo rapporto con il padre Fabrizio, una narrazione intima e un’occasione per fare i conti con un passato tribolato e un futuro ancora da scrivere.

Alle 18,00 nella Sala Toro Farnese concerto dell’Orchestra Sanitansamble, composta dai ragazzi del Quartiere Sanità, ormai simbolo della rinascita del quartiere. Il progetto si ispira all’esperienza di “El Sistema” un modello didattico per bambini e ragazzi ideato 
in Venezuela dal Maestro José Antonio Abreu che promuove
la pratica collettiva musicale come mezzo di organizzazione
e sviluppo della comunità in aree e contesti sociali difficili. Sanitansamble conta oltre 80 giovani, tra bambini e adolescenti dai 7 ai 24 anni, musicisti di due formazioni orchestrali (Orchestra Junior e Orchestra Senior) che, sotto la guida di 14 maestri e del direttore, il maestro Paolo Acunzo, hanno portato avanti in questi anni un percorso di successo. 

Intenso anche il programma mattutino della giornata del festival. Alle 11,30 in Sala Letteratura presentazione del libro “Mio fratello rincorre i dinosauri” e incontro con l’autore Giacomo Mazzariol intervistato dallo scrittore Matteo Corradini. Un romanzo di formazione che stupisce, commuove, diverte e fa riflettere: è la storia di Giovanni che ha tredici anni e un sorriso più largo dei suoi occhiali, che ama i dinosauri e il rosso, che va al cinema con una compagna, torna a casa e annuncia: «Mi sono sposato». 

Lo spettacolo per i più piccoli è “Marcovaldo” di Italo Calvino, in  programma alle 10,30 e alle 12,00 in Sala Teatro. Progetto di Gianfranco Pedullà 
con Marco Natalucci
e con Gianna Deidda e Roberto Caccavo, musiche originali di Jonathan Faralli, produzione Teatro Popolare d’arte. 

Festival MANN/Muse al Museo è il primo Festival internazionale organizzato da un museo autonomo statale e costruito sui principi della valorizzazione dei Beni Culturali dettati dalla Riforma Franceschini. È un progetto originale voluto dal direttore del MANN Paolo Giulierini, con la direzione artistica di Andrea Laurenzi in collaborazione con Luca Baldini e la direzione tecnica e organizzativa di Officine della Cultura. Il Festival è patrocinato dall’Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli.

Gli eventi della mattina e del pomeriggio possono essere prenotati presso la biglietteria del Museo il giorno stesso, fino ad esaurimento disponibilità. Partecipazione con il biglietto di ingresso al museo (intero € 12,00, ridotto € 6,00 e gratuito per gli aventi diritto).
I biglietti degli eventi serali possono essere acquistati presso la biglietteria del MANN dalle 09:30 alle 18:30, su internet sui siti www.festivalmann.it e www.coopculture.it, e telefonicamente al numero 848.800.288 – da cellulare e dall’estero +39 0639967050. Biglietto evento € 12.00.
Per informazioni: 
- 848.800.288 – da cellulare e dall’estero +39 0639967050. Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 17.00; sabato dalle ore 9.00 alle ore 14.00.
- Infopoint ingresso museo dal venerdì alla domenica dalle ore 10.00 alle ore 18.00.

I suggerimenti della settimana

Post del momento

VAN GOGH ARRIVA A NAPOLI - Con "The immersive Experience" - Nella Basilica di S. Giovanni Maggiore - Fino al 25 febbraio 2018

VAN GOGH – the IMMERSIVE EXPERIENCE, la mostra multimediale in cui il visitatore è coinvolto a 360 gradi, vivendo la straordinaria esp...