VISITA GUIDATA: Farmacia degli Incurabili, Cagliostro e i luoghi della peste - 11 Marzo


Un affascinante itinerario presso uno dei luoghi più suggestivi del centro storico che funge da crogiolo dove arte, scienza, alchimia e storia si fondono in una sorta di alchimia per dar vita, ad un unico corpo ed un'unica anima. 

Il nostro percorso avrà inizio dalla storica Porta San Gennaro, la più antica della città di Napoli, le cui origini risalgono addirittura all'anno 928. Ci soffermeremo sulle origini storiche, il motivo per cui porta il nome del Santo Patrono ma soprattutto dedicheremo spazio al maestoso affresco del Mattia Preti che sovrasta la struttura. Proseguiremo poi alla volta del complesso monumentale di Santa Maria del Popolo degli Incurabili, il secondo più antico ospedale ed ex Lazzaretto di Napoli fondato nel 1521 dalla religiosa spagnola “Maria Lorenza Longo” al secolo Maria Requenses. 
Qui inizierà la visita guidata vera e propria, saremo condotti lungo le sale del Museo di Arti Sanitarie dove visioneremo le varie strumentazioni medico-chirurgiche dal XVI al XIX secolo, nonché l’angosciante maschera a becco usata, dai medici per evitare il contagio all’interno dei Lazzaretti durante le pestilenze che afflissero Napoli nel XVII secolo. 
Ma siamo solo all’inizio della nostra visita guidata eh sì perché percorrendo un ampio corridoio del complesso ospedaliero giungeremo dapprima nel suggestivo giardino dove al centro campeggia un secolare albero di canfora contornato da piante officinali usate un tempo, per preparare pozioni medicantose e poi nel cinquecentesco chiostro affrescato. Ma il clou della visita guidata è costituito dal fascino particolare della settecentesca farmacia, autentico gioiello artistico del barocco-roccocò. Pur tuttavia definendola soltanto farmacia sarebbe, sotto un certo aspetto alquanto riduttivo. 

Infatti durante il XVIII secolo questo ambiente fu anche un cenacolo intellettuale assiduamente frequentato da illustri esponenti dell’Illuminismo e della massoneria settecentesca e basta fare alcuni nomi: Luigi D’Aquino, Raimondo Di Sangro, ma soprattutto Giovanni Balsamo alias Cagliostro che portò a compimento alcuni processi alchemici di cui ovviamente ne parleremo. Ma a Sant’Aniello a Capo Napoli nelle immediate vicinanze del complesso degli Incurabili, c’è un altro luogo assiduamente frequentato da massoni ed illuministi della Napoli settecentesca, ma ciò lo sveleremo durante la nostra passeggiata che si concluderà a Port’Alba. Perché proprio Port’Alba? A tutto c’è un perché.
 

INFO GENERALI:


Appuntamento ore 10:15 in via Foria davanti Porta San Gennaro.

Durata 2 h 1/2

Contributo associativo comprensivo di ticket Farmacia degli Incurabili e Museo di Arti Sanitarie

Soci € 13
Non soci € 15

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA ENTRO E NON OLTRE IL 9 MARZO 2017
CONTATTANDO ESCLUSIVAMENTE I SEGUENTI RECAPITI:

CELL. 3405365852
WHATSAPP 3317100447

L’EVENTO SI SVOLGERA’ CON LA PRESENZA MINIMA GARANTITA DI 15 PARTECIPANTI.

A cura dell’associazione culturale ANTARECS sito web: www.antarecs.org
 in collaborazione con l’associazione culturale Il Faro di Ippocrate e Farmacia degli Incurabili, Museo di Arti Sanitarie.

I suggerimenti della settimana

Post del momento

VAN GOGH ARRIVA A NAPOLI - Con "The immersive Experience" - Nella Basilica di S. Giovanni Maggiore - Fino al 25 febbraio 2018

VAN GOGH – the IMMERSIVE EXPERIENCE, la mostra multimediale in cui il visitatore è coinvolto a 360 gradi, vivendo la straordinaria esp...