MARCELLO GIANNINI - Guest alla Kestè Jam Session - 29 Marzo


http://www.vienianapoli.com/2017/03/marcello-giannini-guest-alla-keste-jam.html

Maestro d’orchestra della jam di questa settimana Marcello Giannini degli Slivovitz che ci guiderà in una serata all’insegna del jazz, delle fusioni e della buona musica. 

Ogni settimana la Jam si colora con un mood, una sonorità che sarà la nostra "rotta" musicale, una traccia nella sabbia da seguire. 
Potrà essere più blues, più indie o reggae, arrivare alla psichedelia, ma sarà sempre e comunque una improvvisazione totale. 

Senza scaletta e senza censura, la Jam session del Kestè va avanti da ormai 10 anni. Mischiare le sonorità, sperimentare, ascoltare le mille colorazioni che può' assumere la musica improvvisata è il nostro intento. Se sei tra quelli che amano le contaminazioni e vuoi osare... allora la Kestè Jam Session fa per te.
Ma ricorda, la musica è un gioco!

---BIO---

Marcello Giannini nasce a Napoli nel 1982. Studia privatamente con Domenico Langella e Giulio Martino; al Conservatorio S.Pietro a Majella di Napoli sotto la guida di Pietro Condorelli e Marco Sannini. Dal 2001 è membro del sestetto Slivovitz, con cui incide tre dischi, Slivovitz, per l’tichetta milanese Ethnoworld, Hubrise Bani Ahead con la newyorkese MoonJune. Hubris riceve ottime critiche in tutto il mondo e ben quattro stelle sul noto sito di critica musicale AllMusic. Con il gruppo vince i concorsi di Teano Jazz, EthnoJazz Competition e il premio Toast al M.E.I. di Faenza. 
Nel 2008 si iscrive al seminario di alto perfezionamento In.JaM di Siena Jazz dove vince una borsa di studio per frequentare i laboratori estivi tenuti da Enrico Rava; successivamente il trombettista lo inserisce nel suo gruppo Parco Della Musica Jazz Lab, con il quale registra il cd della collana Jazz Italiano Live 2009′ per L’Espresso. Si è esibito in numerose manifestazioni e festival tra cui Villa Celimontana Jazz Festival, Roma Jazzs Cool alla Casa Del Jazz, Zsiget Festival, Teano Jazz Festival, M ̧vÈszetek Vˆlgye Valley of Arts, Debrecen Music Festival, Arena Flegrea, Ethnojazz Music festival, European Jazz Expo, Umbria jazz, Pescara Jazz Festival, Nisville Jazz festival, etc. E stato membro del gruppo Insuladulcamara con cui ha registrato diversi EP. 
Ha registrato alcune tracce dell’ultimo lavoro di Daniele Sepe, il Canzoniere Illustrato. Suona in numerose band napoletane tra cui Slivovitz, Arduo, Guru feat Marco Messina (99posse). E uno dei fondatori del collettivo Crossroads Improring che, gemellato con il Franco Ferguson di Roma, organizza sessioni d’improvvisazione libera estemporanea con i musicisti di Napoli e Roma.Nel 2012 ha registrato nell’ultimo disco di Enrico Rava per LECM, Rava On The Dance FloorNel 2013 registra nel disco "brooks" di Cristiano Arcelli per Auand.Dal 2014 ad oggi ha registrato negli ultimi due dischi dei 99 Posse Cattivi Guagliuni e "Curre Curre Guagliò 2.0" e nell'omonimo disco degli Arduo. Nel 2015 ha pubblicato il suo primo cd solista per l'etichetta Auand "Frammenti" , registrato nel disco di Ludovica Manzo "Scraps" per Jazzengine e nel quarto disco degli Slivovitz "All you can eat" per l'etichetta moonjune uscito nel 2016.Sempre nel 2016 ha registrato nuovamente per Enrico Rava nella collana de L'Espresso "Jazz italiano 2016".

I suggerimenti della settimana

Post del momento

VISITA GUIDATA: La Napoli Nascosta: un viaggio nel passato - 17 settembre 2017

Un Viaggio nel passato di tremila anni di storia dal Giardino di Babuk al ventre di via Foria tra antiche cisterne, ipoge...