VISITA GUIDATA: Tra fiction, storia e cenacoli illuministici - 11 Febbraio


Napoli per la sua bellezza  e millenaria cultura  è stata  da sempre musa ispiratrice per intellettuali,  poeti, artisti  e registi cinematografici. 

Basta citarne soltanto alcuni: Pasolini, De Sica, Fellini , Loy, De Crescenzo e tanti altri che hanno ambientato e continuano ad ambientare i propri  lavori cinematografici  in vari luoghi e palazzi della metropoli partenopea.
Proprio alcune  di queste location particolari, sono state protagoniste reali di fatti ed eventi storici realmente accaduti.
Ebbene in  una suggestiva passeggiata itinerante  andremo  a rivisitare luoghi  e palazzi del centro storico dove finzione, arte,  storia, si intrecciano in un indissolubile  ed eterno  connubio.
Il nostro percorso avrà inizio da Palazzo Sant’Elia sito in via Foria dove,  nel 1984 fu ambientato il film “Così parlò Bellavista” di Luciano De Crescenzo, soffermandoci sulla storia dell’ edificio seicentesco nonché su alcuni aneddoti legati alla sceneggiatura del film. A questo punto la  fiction cede se pur momentaneamente il passo agli eventi storici .
Percorrendo infatti  via Pontenuovo di cui, spiegheremo il perché di questa denominazione toponomastica, entreremo  in esclusiva nel seicentesco Palazzo Caracciolo di Pontenuovo con visita alle corti e scalinata del piano nobile ed il cui interno vide il nascere di uno dei tanti cenacoli illuministici del tempo a seguito dell’ incontro proprio in questo stabile durante il periodo della Repubblica Partenopea  di due personaggi martiri del tempo, Mario Pagano e Domenico Cirillo quest’ultimo appartenente alla loggia massonica Les Zeles e la cui dimora è a pochi metri di distanza dal suddétto  palazzo  come si evince, da una lapide apposta ad imperitura memoria.  
La nostra passeggiata prosegue alla volta del monumentale  Complesso trecentesco dell’ex Ospedale della Pace, antico luogo di intrighi, passioni, dolore, morte,  con visita alla antica sala del Lazzaretto e cortili  ma nel contempo anche luogo  storico dove furono girate alcune scene di due importanti lavori cine-televisivi “Le Quattro giornate “ di Nanni Loy del 1963 e “Giuseppe Moscati” con protagonista Beppe Fiorello  nel 2007. 
Rimanendo in tema di fiction,  ci incammineremo alla volta di Palazzo Spinelli Di Laurino dove leggenda, storia  e commedia si mescolano  in una spirale vorticosa ed entrando al suo interno se pur non tralasciando la parte storica-artistica  dell’edificio ,  illustreremo i punti esatti dove furono girate alcune scene della commedia di Eduardo “Questi Fantasmi” e  “ Maccheroni” di Ettore  Scola.  
La Passeggiata si concluderà a ridosso del decumano Superiore davanti alla dimora storica che nel XVIII sec  ospitò durante il suo soggiorno partenopeo un grande  intellettuale nonché massone  Johann Wolfgang Goethe e tra le cui  mura  avvenne  l’incontro con il Principe illuminista Gaetano Filangieri. e di cui  parleremo approfonditamente.

Contributo  organizzativo:
  • soci € 6,00
  • non soci € 8

da 14 a 18  anni  € 5
Under 14 gratis


Appuntamento ore  10:00 in via Foria davanti  ingresso Caserma Garibaldi.  Si Raccomanda la puntualità.  Sono vietate riprese video-foto all’interno di Palazzo Caracciolo di Pontenuovo e Palazzo Spinelli di Laurino.

PRENOTAZIONI ENTRO E NON OLTRE IL  10 FEBBRAIO 2017 CONTATTANDO ESCLUSIVAMENTE I SEGUENTI RECAPITI:

CELL. 3405365852
WHATSAPP 3317100447
IN AMBEDUE I CASI FORNIRE UN PROPRIO NOMINATIVO , IL NUMERO DI PARTECIPANTI  E SE CI SONO MINORI UNDER  14. 

L’EVENTO SI SVOLGERA’ CON LA PARTECIPAZIONE MINIMA DI 10 PARTECIPANTI PAGANTI.

I suggerimenti della settimana

Post del momento

VAN GOGH ARRIVA A NAPOLI - Con "The immersive Experience" - Nella Basilica di S. Giovanni Maggiore - Fino al 25 febbraio 2018

VAN GOGH – the IMMERSIVE EXPERIENCE, la mostra multimediale in cui il visitatore è coinvolto a 360 gradi, vivendo la straordinaria esp...