INNOVAZIONE E LEGALITA' - Il 4 Aprile all'Augusteo

Lunedì 4 aprile alle ore 11 al Teatro Augusteo in Piazzetta Duca d’Aosta, Napoli, l’Associazione Napoli Cultura e Sviluppo del Territorio presenterà il progetto IL - Innovazione e Legalità, destinato agli Istituti secondari di II° grado. Il progetto è finalizzato a fornire, attraverso un dibattito con autorevoli esponenti del mondo della cultura e della giustizia, un quadro di chiarezza rispetto al rapporto tra innovazione e legalità. Scopo dell’iniziativa è avvicinare i giovani alla lettura e alla scrittura, rafforzando l’idea che questi siano strumenti di libertà e sviluppo del pensiero etico. Il progetto, inoltre, intende affermare il principio che le nuove tecnologie possano aiutare moltissimo nel superare le criticità presentate dal mondo lavorativo e, contemporaneamente, rappresentare la più efficace forma di comunicazione di valori positivi, la cui amplificazione è data dall’impatto della rete nel quotidiano.

L’iniziativa è strutturata come un vero e proprio evento, dal format unico ed originale, che vede la presentazione, in contemporanea, di due libri apparentemente dedicati a materie diversema uniti dalla stessa finalità, attraverso la testimonianza diretta dei loro autori, entrambi personaggi di rilievo nella società civile.
Il dottor Danilo Iervolino presenterà il Suo Now! Strategie per affrontare le nuove frontiere del web, edito da Mondadori, e il dottor Catello Maresca - sostituto procuratore presso la DDA di Napoli – parlerà del Suo ultimo lavoro Male Capitale - La misera ricchezza del clan dei casalesi  - edizione Giapeto.  Ciò permetterà ai presenti di comprendere la reale e immensa portata della rivoluzione digitale, e contemporaneamente di ritrovare quei valori positivi da perseguire per il miglioramento della società civile.
Con gli autori saranno presenti : 
-il Sindaco di Napoli Luigi De Magistris
-il Prof. Rosario Bianco - presidente dell’Associazione , 
-il Prof. Luciano Chiappetta - consigliere del Ministro e coordinatore del Dipartimento per il Sistema Educativo di Istruzione e Formazione, 
-il Dottor Nicola Graziano - magistrato e professore di diritto civile presso l’UniPegaso, da anni impegnato nella formazione e valorizzazione delle giovani risorse, 
-la Dott.ssa Luisa Franzese - Direttore Ufficio Scolastico Regionale della Campania. 
L’incontro sarà moderato dalla giornalista Simonetta de Chiara Ruffo
La giornata sarà arricchita dai musicisti Federico Luongo ed Enzo Anastasio, che accoglieranno i ragazzi in teatro interpretando brani di Pino Daniele, e Ditelo Voi, apprezzatissimi comici del cast di  Made in Sud.

I LIBRI


Male capitale
La misera ricchezza del clan dei Casalesi
di Catello Maresca
Giapeto Editore s.u.r.l.
DESCRIZIONE
Dalla penna cui si devono il Dizionario e l’Enciclopedia delle Mafie, un libro onirico e insieme lucido, didascalico, capace di schiudere al pubblico segreti, rituali e filosofia dei più spietati clan della Camorra, e delle operazioni giudiziarie che li hanno condotti in carcere. Con l’esperienza del grande magistrato e la verve affabulatoria del narratore consumato, Maresca tratteggia per adulti e ragazzi una Campania dove nulla è come sembra: le parole scorrono lievi, tra perle di Labuan e cachemire, canarini e alligatori, e un clan dei Caponesi sospeso tra la cucina di casa e la Chicago degli anni ’30, mentre le immagini (molte delle quali inedite) tratteggiano un affresco crudo e a tratti surreale, in cui tetti d’amianto e rubinetti d’oro sono due facce della stessa medaglia; di quel sommo maleficio, cioè, che l’autore combatte sul campo da oltre quindici anni.
L’AUTORE
Catello Maresca, classe 1972, dal 1999 è Pubblico Ministero alla Procura della Repubblica del Tribunale di Napoli, sua città natale. Dal 2007 alla Direzione Distrettuale Antimafia, ha coordinato le operazioni “Zenit” e “Caccia al Tesoro” contro il clan dei Casalesi, diretto in prima persona le attività che hanno condotto all’arresto di Michele Zagaria, rappresentato l’accusa nel processo al gruppo Setola, coordinato “Spartacus III” contro il clan Schiavone e svolto investigazioni in sede Eurojust e Europol. Docente per la Federico II di Napoli e l’Università di Santa Maria Capua Vetere, è autore di svariati testi in materia di lotta alla criminalità organizzata: tra questi il “L’ultimo bunker”, nel 2012, con il giornalista Francesco Neri.

NOW!
Strategie per affrontare  le nuove frontiere del Web
Edizioni Mondadori

DESCRIZIONE
Oggi appare ovvio parlare di social network, di sharing, di opportunità legate alla Rete e all'utilizzo del Web, anche se spesso ci dimentichiamo che si tratta di un'innovazione recente, fra le più potenti e rivoluzionarie degli ultimi duecento anni. La generazione di coloro che non sono «nativi digitali» – chi è nato prima dell'avvento delle nuove tecnologie – cerca ancora di «resistere» a quest'onda travolgente. Ma si può far finta che i social network non esistano? Che il Web sia superfluo? Che l'e-commerce possa esser ridotto al livello di infima branca commerciale secondaria? E a che prezzo? Possiamo definirci uomini wireless in una civiltà wireless, che ha a propria disposizione il trampolino per un salto epocale, paragonabile solo all'invenzione della stampa.
Per la prima volta nella storia, attraverso i terminali che portiamo con noi – cellulari, tablet, notebook –, in collegamento con la Rete, cioè col mondo, possiamo considerare realistica l'utopia di un'accademia universale in cui ognuno è discente e docente, un luogo di sapere senza confini le cui aule ci accolgono perennemente, per una formazione che duri l'intera esistenza. Un anfiteatro delle vicende umane in cui tutti sono spettatori e, al contempo, attori protagonisti. L'universo informatico, la codifica digitale, le banche dati, gli ipertesti, gli iperdocumenti non solo offrono la possibilità di sviluppare sapere in tempi sempre più brevi, ma impongono un approccio fatto di continuo scambio con la società e di formazione permanente in ogni aspetto della nostra vita. Va da sé che il cambiamento deve essere assecondato e veicolato da un sistema scolastico e universitario completamente riformato, basato sul Web.
 Sarà un cammino lungo, ma già si vedono chiaramente i segni di un'inversione di tendenza nella richiesta di formazione. Danilo Iervolino, fondatore dell'Università Telematica Pegaso che, come afferma in queste pagine, «beve e mangia e-learning dalla mattina alla sera, dorme con l'e-learning sotto il cuscino», con competenza e passione, accompagna il lettore in una acuta riflessione su tali argomenti, esortandolo ad assecondare il cambiamento che, dovunque si guardi, c'è, è velocissimo e non aspetta nessuno, anzi, ci chiede di «saltar su» e volar lontano. NOW!, adesso. Senza indugio. Tuttavia non bisogna dimenticare che la Rete siamo noi: momento per momento l'alimentiamo coi nostri contributi, facendola progredire, e allo stesso tempo impariamo da essa, evolvendoci a nostra volta; per questo l'autore afferma: «Vedo la e-life, la vita sul Web, come un'esistenza che va vissuta con lo stesso impeto di quella organica, in maniera ubiqua, portandosi addosso e dentro la macchina che abbiamo generato e che, adesso, fa parte di noi. Una macchina, il Web, che, nella contemporaneità, è sia figlia sia genitrice, capace di generare vita e pensiero».
L’AUTORE
Danilo Iervolino, classe '78, è il più giovane presidente di università d'Europa, fondatore nel 2006 dell'Università Telematica Pegaso di Napoli, ateneo imperniato sui più moderni ed efficaci standard tecnologici in ambito e-learning. Ideatore di un nuovo metodo di formazione, ha saputo creare un'università che dialoga con tutte le principali forze produttive del Paese, di cui cura la  formazione con master e corsi di aggiornamento. Alla base, il principio che il sapere debba essere per tutti e di tutti.

I suggerimenti della settimana

Post del momento

VISITA GUIDATA: La Napoli Nascosta: un viaggio nel passato - 17 settembre 2017

Un Viaggio nel passato di tremila anni di storia dal Giardino di Babuk al ventre di via Foria tra antiche cisterne, ipoge...