CARUSO IL MITO - Interpretato da Cristina Donadio e Marco Zurzolo

Dal set di Gomorra 2 con la nuova Erinni di Secondigliano, all'Omaggio a Caruso di Campania>Artecard, Cristina Donadio diventa interprete d'eccezione dei classici napoletani con lo spettacolo "Caruso il Mito", accompagnata dal sax di Marco Zurzolo, domenica 8 novembre al Castel Sant’Elmo. 


Attraverso la voce recitante dell’attrice napoletana si rievocheranno le musiche amate da Enrico Caruso e la sua storia, un percorso affascinante che da icona della musica internazionale lo consacrò ai suoi contemporanei e ai posteri come mito indiscusso. A rendere più suggestivo il racconto anche il sassofono di Zurzolo che evidenzierà con il suo sound il climax di pathos e commozione della vita e della canzone carusiana, un omaggio tra canto musica e teatro a cura di Laura Valente anche direzione artistica dell’intera rassegna.
Visualizzazione di Cristina Donadio.jpgL’evento è realizzato nell’ambito del Grand Tour - “La Campania e la Musica” e renderà protagonista, con una visita guidata, il Castel Sant’Elmo, fortezza medioevale di Napoli costruita per la maggior parte con il classico tufo partenopeo, e ritenuta uno dei più significativi esempi di architettura militare cinquecentesca. Utilizzato dapprima come cittadella delle truppe e poi carcere militare, oggi il castello è un centro polifunzionale rivolto sia al mondo della cultura grazie alla ricca fototeca e alla biblioteca di storia dell'arte "Bruno Molajoli", che a quello dello spettacolo, con un auditorium che accoglie convegni, concerti, rappresentazioni teatrali e cinematografiche. Oltre ad ospitare il museo permanente “Napoli Novecento”, la struttura è sede d’importanti mostre e convegni ed è diventata punto di riferimento anche per l’organizzazione di fiere e rassegne dalla portata internazionale, come il festival del fumetto, Comicon. 
Il museo espone circa 170 opere tra sculture, pitture e grafica, realizzate da artisti napoletani, che hanno documentato nel corso del Novecento, lo sviluppo artistico di Napoli, toccando anche movimenti come il futurismo e il neorealismo. 

Prenotazione obbligatoria al numero verde 800 600 601 o allo 06 39 96 76 50 per cellulari o dall’estero. 


I suggerimenti della settimana

Post del momento

VISITA GUIDATA: La Napoli Nascosta: un viaggio nel passato - 17 settembre 2017

Un Viaggio nel passato di tremila anni di storia dal Giardino di Babuk al ventre di via Foria tra antiche cisterne, ipoge...