PER IL LeMONDE NAPOLI E' UNA CALAMITA DI BELLEZZA

La giornalista Lili Barbery-Coulon del noto giornale francese "Le Monde" ha elogiato Napoli con un reportage in cui ha promosso alcune zone pubbliche e attività private della città. 

Clicca qui per leggere l'articolo originale in francese:
http://www.lemonde.fr/m-styles/article/2015/07/08/naples-la-volcanique_4667234_4497319.html

Eccone una nostra traduzione:

"
NAPOLI, la vulcanica 

Nonostante la cattiva reputazione, il fascino non lascia indifferente nessuno.
I palazzi del centro storico, con il Vesuvio che si affaccia sul mare, la capitale della regione Campania è una calamita.


Lungomare

Caffè Ristretto Al Barcadero. Non c'è bisogno di cercare l'indirizzo in una guida, questo caffè, installato sull'isolotto di Megaride, poco prima del Castel dell'Ovo, nel quartiere di San Ferdinando, è frequentato dai napoletani e pochi turisti randagi. Borgo Marinaro.



Marechiaro

Calamari e antipasti a Trattoria da Cicciotto. I napoletani a volte criticano questa istituzione per non essere a buon mercato. Ma per i turisti francesi, la qualità dei frutti di mare e degli antipasti di questo ristorante valgono largamente € 35 a persona. Con vino e gamberi qualcosa in più! Calata Ponticiello a Marechiaro, 32. www.trattoriadacicciotto.it



Spiaggia

La storica spiaggia Bagno Elena. L'acqua non è la più pura, ma Bagno Elena, la prima stazione balneare di Napoli, risalente al XIX secolo, resta una spiaggia spettacolare. Prende il nome dalla moglie del re Vittorio Emanuele III (1869-1947) e di artisti attratti da tutto il mondo come Oscar Wilde. I napoletani vengono a fare il bagno all'ombra di Palazzo Donn'Anna. Via Posillipo, 14.



Albergo
Né albergo ne una galleria d'arte, Purgatorio II, ambientato in un enorme appartamento del Palazzo Spinelli, originariamente ospitava gli amici del suo fondatore, Nathalie Heidsieck de Saint Phalle . Oggi entrambe le camere accolgono i visitatori in cerca di un alloggio inclassificabile .125 €/a notte. Via Tribulani, 362 . nhsp@aol.com

Tunnel Borbonico

Gli appassionati della Guerra hanno il Tunnel Borbonico. A pochi passi dai Giardini Molosiglio, si nasconde l'ingresso a queste singolari catacombe. Costruito nel XIX secolo da Ferdinando II di Borbone, questo passaggio segreto serviva come nascondiglio durante la seconda guerra mondiale. Testimoni le carcasse di auto e messaggi d'amore sui muri. Vico del Grottone, 4. www.tunnelborbonico.info



Aperitivo

Subito dopo Piazza Bellini, ideale per un aperitivo, è il ristorante di Mario Avallone, di gran lunga il migliore del centro storico. Il menu offre cucina sensuale, senza stravaganze, preparati con prodotti dal mercato, come la millefoglie di zucchine e ricciola affumicata. 
Foto di Angelo Antolino
Da 35 € a 65 € / menu degustazione. Via Santa Maria di Costantinopoli , 100. www.lastanzadelgusto.com

Fabbrica

La fabbrica bagno bio Kiphy. A pochi passi dal Museo Archeologico e la Facoltà di Medicina e Chirurgia , questo piccolo negozio di saponi fatti a mano sono punto di riferimento organico in Vico San Domenico Maggiore profumo degli oli essenziali . All'interno, il pane per il corpo a taglio , oli potpourri e naturale al 100% . 

Vico San Domenico Maggiore , 3. www.kiphy.it



Work in Progress

Foto di Angelo Antolino
Made In Chiostro. La casa di Santa Caterina monastero Formiello a breve uno spazio culturale. Possiamo già osservare l'avanzamento dei lavori di questo antico chiostro redenta e trasformata da Antonio e Rosa Alba Martiniello Impronta. Un importante progetto sostenuto da Lou Reed e Patti Smith
Piazza Enrico de Nicola . www.madeincloister.it


Napoli Tourist Board, www.inaples.it 

Voli diretti Parigi - Napoli da 70 € A / R www.easyjet.com"






Dario Romaniello

Riproduzione riservata


Fonte: Le Monde



I suggerimenti della settimana

Post del momento

VISITA GUIDATA: La Napoli Nascosta: un viaggio nel passato - 28 maggio 2017

La Napoli Nascosta: Tremila anni di storia dal Giardino di Babuk al ventre di via Foria tra antiche cisterne, ipogei e rifugi ...