Alla scoperta del Decumano perduto

L’associazione culturale Insolitaguida, sempre alla ricerca di nuovi spunti per scoprire ( o riscoprire) i mille tesori di Napoli, inaugura il nuovo anno con una nuova passeggiata narrata dal titolo “Alla scoperta del Decumano perduto” dedicata alla visita del Decumano Superiore, ovvero il tracciato che segnava il confine settentrionale del Centro Antico di Napoli.

Si tratta di uno degli itinerari più evocativi, ma stranamente anche più trascurato, dell’antica Napoli; un percorso di grande interesse per l’abbondante presenza di testimonianze di un illustre e soprattutto movimentato passato; attraverso queste strade sarà possibile immergersi nel passato di Napoli rivivendo i resti di quattro epoche differenti: greco-romana, medioevale, rinascimentale e barocca.
La dott.ssa Salino, presidente dell’associazione, ci spiega « L’idea di proporre una passeggiata narrata in questa zona nasce dalla constatazione che i turisti e gli stessi napoletani sono soliti visitare il Centro Antico di Napoli seguendo un percorso standard, trascurando il Decumano superiore, dimenticando o non sapendo che è il più originale e particolare: con le dovute indicazioni si possono ammirare ancora oggi tracce delle preesistenti strutture greche, romane medievali, tanto da guadagnarsi il toponimo di Anticaglia. Ogni angolo di questo Decumano nasconde curiosità che lasceranno senza parole anche i più scettici!.
Prima tappa di questo insolito percorso è il punto più alto del centro antico di Napoli: la chiesa di Sant’Aniello a Caponapoli, dove un meraviglioso restauro ha reso possibile la convivenza del passato con il presente.
Si prosegue attraversando una zona ricca di fabbriche religiose e soprattutto ricca di storie e curiosità che aspettano solo di essere raccontate, come l’aneddoto sui regali donati da alcune suore al portiere di Palazzo Reale per ottenere favori  o la particolare leggenda del serpente Anguone; né mancheranno gli aneddoti a tema amoroso come quello che riguarda il poeta Sannazzaro, o curiosità legate al vicoletto spogliamorti!
Altra chicca che si incontrerà durante il percorso è una scala particolare, un vero gioiello, con scalini molto bassi e pavimentati in mattoni e ciglio in piperno, realizzati per permettere a quanti abitavano il palazzo di giungere direttamente agli appartamenti in groppa ai cavalli.
 La passeggiata prosegue per la zona propriamente detta dell’Anticaglia dove scopriremo gli aspetti più nascosti ed intriganti di questo angolo di Napoli, nucleo primigenio e di massima importanza nel tessuto della Neapolis, fino ad arrivare nella casa dove visse Torquato Tasso.
D’obbligo la visita alla chiesa di Regina Coeli, perla del rinascimento e barocco napoletano con il suo singolare campanile ottagonale, unico nel suo genere.
Primo appuntamento di questa esclusiva passeggiata narrata è Sabato 17 Gennaio 2015 ore 10:00 cui seguiranno altre date; come sempre è data la possibilità di organizzare tale percorso in forma privata per gruppi precostituiti ( turisti, CRAL, agenzie di viaggio, Tour Operator, associazioni). Al fine di assicurare la perfetta riuscita dell’evento è obbligatoria la prenotazione che può essere fatta telefonicamente al 338 965 22 88 oppure tramite il sito istituzionale dell’associazione, dove è possibile reperire ulteriori informazioni e consultare il calendario eventi annuali.

Associazione culturale Insolitaguida

Tel 081 193 191 38   - 338 965 22 88   Fax 081 1973 1976

I suggerimenti della settimana

Post del momento

VISITA GUIDATA: La Napoli Nascosta: un viaggio nel passato - 17 settembre 2017

Un Viaggio nel passato di tremila anni di storia dal Giardino di Babuk al ventre di via Foria tra antiche cisterne, ipoge...