Presentazione del Libro: “Vieni in Italia con me” di Massimo Bottura


Martedì 9 dicembre, alle ore 18.00, Massimo Bottura sarà al Grand Hotel Parker’s per presentare il suo libro “Vieni in Italia con me”. A portare a Napoli Il celebre chef dell’Osteria Francescana è il food writer Maurizio Cortese che insieme alle giornaliste Donatella Bernabò Silorata e Santa di Salvo presentano l’opera prima del più titolato e pluristellato chef italiano: quattro capitoli e 48 ricette accompagnate da testi che svelano le ispirazioni, gli ingredienti e le tecniche di Bottura. Un percorso autobiografico, nel quale lo chef racconta la sua carriera venticinquennale, i suoi successi la sua cucina ispirata all’arte contemporanea: ecco che il bollito misto emiliano si trasforma nello skyline minimalista di Central Park e l’ossobuco assume i tratti essenziali di uno Ying Yang.
Un incontro coinvolgente, durante il quale gli spettatori avranno l’occasione di interagire con Massimo Bottura per conoscere tutte le curiosità e i segreti dell’alta gastronomia. All’incontro seguirà una degustazione di prodotti tipici campani in abbinamento ai vini Falerno del Massico Bianco e Falerno del Massico Rosso provenienti dall’azienda agricola Villa Matilde.


 Massimo Bottura è lo chef patron dell’Osteria Francescana, terza migliore tavola al mondo secondo il World’s 50 Best Restaurants. Cresciuto a Modena, sin da ragazzo manifesta uno spiccato interesse per la gastronomia che apprende osservando cucinare madre, nonna e zia. Nel 1986 abbandona gli studi di legge per aprire il suo primo ristorante; successivamente perfeziona la sua formazione lavorando per Alain Ducasse al Louis XV di Montecarlo e per Ferran Adrià a elBulli. Combinando gli antagonismi di queste due scuole, lo chef creerà una sua propria filosofia, tradizione in evoluzione, e aprirà nel 1995 l’Osteria Francescana.

I suggerimenti della settimana

Post del momento

VISITA GUIDATA: La Napoli Nascosta: un viaggio nel passato - 17 settembre 2017

Un Viaggio nel passato di tremila anni di storia dal Giardino di Babuk al ventre di via Foria tra antiche cisterne, ipoge...