KAIRÒS – SUSSURRI DEL TEMPO

NARTEA AL COMPLESSO DEGLI INCURABILI PER AMMIRARE LA NUOVA SALA MOSCATI E SOSTENERE IL RESTAURO DEL MUSEO.
In esclusiva, l’Associazione Culturale NarteA organizza una particolare visita guidata teatralizzata dal titolo “Kairòs, sussurri del tempo” presso il Complesso degli Incurabili. Sabato 13 dicembre 2014 (ore 18:30), in collaborazione con il Museo delle Arti Sanitarie, prende vita un vero “spettacolo culturale” che, tra scienza e cultura, farà conoscere ai visitatori l’intero Complesso, inclusa la nuova “Sala Moscati”, con lo scopo di sostenere il progetto di restauro del Museo delle Arti Sanitarie. Per partecipare, la prenotazione è obbligatoria ai numeri 339.7020849 - 334.6227785, con una quota di partecipazione  di € 15,00 a persona. Il trailer dell’iniziativa è presente su YouTube: https://www.youtube.com/watch?v=Gp1SKuMqaUE.


All’insegna della Scienza e della Cultura, intesa anche come tutela e riscoperta del patrimonio partenopeo,l'Associazione Culturale NarteA propone “Kairòs – Sussurri del tempo, una visita guidata teatralizzata ideata per favorire il progetto di restauro del Museo delle Arti Sanitarie nel Complesso degli Incurabili e mostrare al pubblico tutti gli ambienti della storica struttura, anche quelli solitamente chiusi al pubblico. L’evento offre l’occasione di visitare e conoscere un luogo d’inestimabile valore e fascino, inclusa la nuova “Sala Moscati”, attraverso il format “teatralizzato” di NarteA che ad attori professionisti in scena alterna la guida del Prof.re Gennaro Rispoli, direttore del Museo delle Arti Sanitarie, e della sua esperta equipe. Per partecipare, la prenotazione obbligatoria ai numeri339.7020849 - 334.6227785, con una quota  di € 15,00 a persona che contribuirà al progetto di restauro del Museo.

Sabato 13 dicembre 2014, inizio ore 18:30, si alza il sipario per questo esclusivo percorso itinerante alla scoperta del Complesso degli Incurabili, pensato per condurre il pubblico in un vero e proprio viaggio nella storia del più anticonosocomio del Sud, uno dei luoghi più emozionanti che esistono sul territorio napoletano. Fondato nel 1521 da Maria Lorenza Longo che volle tener fede ad un voto fatto quando era vittima di una malattia che l'aveva paralizzata, oltre ad altre qualità, questo spazio racchiude in se il segno di un tempo, il respiro di un battito ormai andato, che si ferma a guardare le passioni, gli amori, gli ideali che si sono susseguiti nei secoli tra quelle mura. 
Come mostrano le donne della Buona Morte che sono passate in questo luogo, esiste sempre un tempo per cambiare, o meglio c’è un tempo per ogni cosa: vivere, soffrire, guarire, amare, morire. Un intreccio alternativo nel segno della memoria partenopea, per vivere il momento di fioritura del Rinascimento napoletano fino al periodo in cui la storia di Giuseppe Moscati diventa la leggenda di un uomo che mostra al mondo come si può moltiplicare il potere della medicina con la forza trascendente della carità.
Il trailer dell’iniziativa è presente su canale YouTube https://www.youtube.com/watch?v=Gp1SKuMqaUE.

I suggerimenti della settimana

Post del momento

VISITA GUIDATA: La Napoli Nascosta: un viaggio nel passato - 17 settembre 2017

Un Viaggio nel passato di tremila anni di storia dal Giardino di Babuk al ventre di via Foria tra antiche cisterne, ipoge...