Il Presepe tra arte e fede. Arte presepiale e spiritualità napoletana alla Chiesa del Gesù Vecchio.

locandina gvecchio
Di tradizione borghese, emblema del tempo che scorre e ricorre, da sempre il presepe napoletano ha incarnato una macchina mitico-rituale capace di rinnovare di volta in volta sulla scena non soltanto la sacra rappresentazione, ma anche la vita reale delle società del tempo fissandole in forme dinamicamente statiche ed estatiche.

 Dalla semplice scarabattola in vetro con pochi personaggi, al lusso e all’abbondanza delle case reali, il presepe con i suoi simbolismi, in quanto sinonimo e sintesi di tradizione ed innovazione, ed espressione d’arte, ha trovato collocazione in musei, case private, chiese che ne hanno custodito e continuano tuttora a custodirne la tradizione.
 È il caso del cosiddetto presepe di Don Placido nella Basilica del Gesù Vecchio. Attualmente posto nei locali attigui alla sacrestia, è visitabile soltanto nel periodo natalizio e si compone di pastori a grandezza naturale, rifacentisi alla scuola del Sammartino, realizzati dall’Ingaldi, dal Lionelli e dal Pappatino.
 Strettamente connessa alla vicenda umana e religiosa del domenicano Don Placido Baccher è la stessa chiesa barocca del Gesù Vecchio, con opere tra gli altri del Solimena e del Fanzago, al cui interno, il giorno 11 di ogni mese, si ripete il pellegrinaggio dei devoti alla statua della Vergine Immacolata, la Madre celeste a cui manifestare le proprie ansie, le proprie pene, la gioia di rivederla ancora.

sabato 27 dicembre ore 10,45

Appuntamento : Piazza San Domenico ore 10.45
Durata: 90 minuti circa
Contributo organizzativo:  6 euro
Guide: Laura, Antonio
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
SI RICORDA CHE PER MOTIVI ORGANIZZATIVI LA PRENOTAZIONE DEVE AVVENIRE OBBLIGATORIAMENTE ENTRO E NON OLTRE LE ORE 19.00 DEL GIORNO CHE PRECEDE LA VISITA ED ESCLUSIVAMENTE ATTRAVERSO I SEGUENTI MODI:
-CONTATTO TELEFONICO AL 3472374210 (NO SMS, NO MESSAGGI IN SEGRETERIA);
-INVIANDO UNA MAIL ALL’INDIRIZZO DI POSTA ELETTRONICA locusisteinfo@gmail.com, INDICANDO SEMPRE IL NUMERO DEI PARTECIPANTI ED UN RECAPITO TELEFONICO PER EVENTUALI CONTATTI;
-COMPILANDO IL MODULO DI PRENOTAZIONE ONLINE AL SEGUENTE INDIRIZZO https://locusisteblog.wordpress.com/modulo-di-prenotazione/
NON VERRANNO PRESE  IN CONSIDERAZIONE LE PRENOTAZIONI AVVENUTE DOPO L’ORARIO STABILITO E NEI MODI DIVERSI DA QUELLI SU INDICATI (NO MESSAGGI SU PAGINA E PROFILO FACEBOOK, NO MESSAGGI PRIVATI).

I suggerimenti della settimana

Post del momento

VISITA GUIDATA: La Napoli Nascosta: un viaggio nel passato - 17 settembre 2017

Un Viaggio nel passato di tremila anni di storia dal Giardino di Babuk al ventre di via Foria tra antiche cisterne, ipoge...