LUCIO AMELIO - Dalla modern art agency alla genesi al Museo Madre


Questa mostra, dedicata a Lucio Amelio (1931-1994) in occasione dei vent’anni dalla sua scomparsa e organizzata in collaborazione con l’Archivio Amelio, ripercorre la storia di uno degli indiscutibili protagonisti della storia dell’arte contemporanea, che ha contribuito a rendere Napoli uno dei centri più importanti della produzione e della riflessione artistica degli ultimi decenni a livello nazionale e internazionale. Ma è anche la storia dei tanti artisti, collaboratori e compagni di strada che hanno condiviso la loro ricerca con Amelio. Ed è, in qualche modo, anche la storia che conduce, oggi, all’esistenza di un museo come il Madre.

(Foto di Andy Warhol, Lucio Amelio, 1975. Acrilico e serigrafia su tela. Courtesy Collezione Privata, Napoli).


a cura di Andrea Viliani
curatorial advisor: Paola Santamaria
comitato scientifico: Anna Amelio, Giuliana Amelio, Achille Bonito Oliva, Michele Bonuomo,
Nino Longobardi, Giuseppe Morra, Paola Santamaria, Eduardo Santamaria, Angela Tecce
Coordinamento generale: Silvia Salvati con Anna Civale, Tiziana Rocco
Redazione materiali informativi: Olga Scotto di Vettimo, Alessandra Troncone (Dipartimento di Ricerca, Madre)
Progetto allestimento: Eduardo Santamaria
Coordinamento allestimento: Dolores Lettieri
Opening: 21 novembre 2014, ore 19.00 - 22.00


ORARI:
DAL 22.11.2014 AL 09.03.2015
  • Lunedì / Sabato
10.00 - 19.30
  • Domenica
10.00 - 20.00

I suggerimenti della settimana

Post del momento

VISITA GUIDATA: La Napoli Nascosta: un viaggio nel passato - 17 settembre 2017

Un Viaggio nel passato di tremila anni di storia dal Giardino di Babuk al ventre di via Foria tra antiche cisterne, ipoge...