ZUCCHE, SPIRITELLI, JANARE E BENEANDANTI

UNA CENA SPETTACOLO CON RACCONTI DI FOLCLORE CAMPANO A CAVALLLO DELLA FESTA D'OGNISSANTI
31 ottobre e 1-2 novembre 2014 | Ristorante Il Conte | Caserta Vecchia
Nel weekend d’Ognissanti 2014, una serata tra racconti e cena-spettacolo dal titolo “Zucche, Spiritelli, Janare e Beneandanti” prenderà vita al Ristorante “Il Conte” di Caserta Vecchia:
attraverso un particolare menù (completo e a tema, dall'antipasto al dolce) e una pièce teatrale messa in scena da un progetto dell’autrice napoletana Livia Bertè, con un cast di attori professionisti, in collaborazione con la studiosa Erika Stella. La serata vuole essere un ritorno alle origini, alla cultura ed alle tradizioni campane, risaltando la “festa” d'Ognissanti tra streghe, janare e beneandanti. La quota di partecipazione per la cena spettacolo è di € 25,00 apersona. Per partecipare all'evento, è obbligatoria la prenotazione ai numeri 3339658530 – 3398191605 – 3334666597. 

Un'atmosfera particolare quella dei vicoli antichi di Caserta Vecchia, piccolo borgo campano la cui storia affonda le proprie radici nella notte dei tempi. Nel corso dei millenni sorti avverse toccarono a questa piccola cittadina di montagna, conosciuta per le sue bellezze medievali e la tranquillità, ma anche per l’arte culinaria e le molteplici leggende. In occasione della “notte di passaggio” in cui gli spiriti entrano in contatto con i viventi e chi lo desidera può incontrare il perduto aldilà, perché la forma di una “cosa stregata” è un’illusione e un prodotto della fantasia. Il ristorante “Il Conte” diventa palcoscenico naturale dello spettacolo dell’autrice napoletana Livia Bertè intitolato “Zucche, Spiritelli, Janare e Beneandanti”: una pièce teatrale ricercata, in collaborazione con la studiosa Erika Stella, studentessa nota per aver riportato alla luce la questione sulla tomba di “Dracula”, andrà in scena con gli attori professionisti Serena Pisa,Claudia EspositoLuisa Leone e la direzione artistica di Ilaria Vitale.

Nel weekend d’Ognissanti 2014, alle porte di Caserta Vecchia, “Il Conte” accenderà i riflettori con una cena spettacolosuggestiva, che si tinge della malia della superstizione senza tempo e senza spazio. Tra racconti, spettacolo e prelibatezze locali, gli ospiti potranno trascorrere una serata (31 ottobre e 1 novembreore 21) o un pranzo (2 novembreore 13:30) completamente a tema dall’antipasto al dolce, all’insegna della storia, delle leggende e del divertimento, in modo da esplorare la “magia” intrisa di diverse culture. Un “viaggio nostrano” mostrerà, attraverso i riti e le usanze del folclore della Regione Campania, quali fossero le “streghe” temute ed allontanate, quali i culti antichi per neutralizzarle. La differenza tra streghe, Janare e beneandanti, spaziando dalle formule apotropaiche del dialetto locale, a racconti di luoghi e proverbi casertani, fino alle fobie per le janare e ai culti friulani di difesa dalle megere maligne. Un entourage di attori professionisti riporterà in scena le “credenze” troppo spesso taciute o dimenticate, ma tipiche della nostra antica cultura. La serata vuole essere un ritorno alle origini, alla cultura ed alle tradizioni campane, risaltando la “nostra festa” d'Ognissanti.

La quota di partecipazione per la cena spettacolo è di € 25,00 a persona. Per partecipare all'evento e' necessario prenotare ai numeri: 3339658530 – 3398191605 – 3334666597.

Ufficio Stampa | Annacarla Tredici |  +39 3339513421 | annacarlatredici@gmail.com

I suggerimenti della settimana

Post del momento

Salvador Dalì a Napoli - Una mostra unica al PAN - Fino al 10 giugno 2018

“ Io Dalí”, la nuova mostra   al  PAN|Palazzo delle Arti Napoli   dal  1 marzo al 10 giugno 2018 , passerà in rassegna, attraverso d...