Incontri di archeologia: ottobre, 13-19

  • Il Ninfeo di Massa Lubrense: architettura e apparati decorativi
di Tommasina Budetta
Giovedì 16 ottobre 2014 ore 15
Napoli, Museo Archeologico

Sabato 18 ottobre 2014 ore 11
Piano di Sorrento, Villa Fondi, Museo Archeologico della Penisola Sorrentina Georges Vallet

  • Presentazione della mostra LAST FINDS / reinforced and random thoughts in Pausilypon di Marco Abbamondi / Stefano Ciannella

a cura di Sabina Albano
La mostra, sarà presentata al pubblico e alla stampa nella Sala Conferenze del Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

Interverranno Teresa Elena Cinquantaquattro (Soprintendente Archeologo di Napoli), Marco De Gemmis (Responsabile del Servizio Educativo della Soprintendenza per i Beni Archeologici di Napoli), Giuseppe Vecchio (Responsabile del Parco Archeologico del Pausilypon), Sabina Albano (Curatrice della mostra) e gli artisti Marco Abbamondi e Stefano Ciannella moderati da Letizia Cafiero (Giornalista Rai – Tgr Campania).

Giovedì 16 ottobre 2014 ore 17
Napoli, Museo Archeologico

  • Archeologia a Baia. Proposte didattiche per la Scuola

a cura di CoopCulture ( Ilaria Donati e Luca Prosdocimo) e dell’Associazione Fillirea-AMP Baia (Filomena Lucci) . Introducono Paolo Caputo e Pierfrancesco Talamo

Nel Museo Archeologico dei Campi Flegrei si illustra ai docenti l’offerta didattica per l’area archeologica di Baia e Miseno. Si annunciano inoltre gli approfondimenti su storia e archeologia del territorio che, nel Museo e presso alcuni siti, Pasquale Schiano di Cola proporrà ai docenti un sabato al mese da novembre 2014.

Sabato 18 ottobre 2014 ore 10.30

Baia, Castello

  • Lo sguardo ferito di Eros, di Evgen Bavčar

a cura di Magda Marasco

Con le opere esposte l’artista non vedente di fama internazionale intraprende un dialogo tra il proprio visibile e l’ipotetico fruitore, offrendo il suo sguardo ferito. E come Eros di fianco alla maestosa Venere, alla ricerca della bellezza che il buio gli nega, si pone di fianco alla dea, trasferendone i tratti sulla superficie piana della fotografia con la prossimità assoluta del suo sguardo. Così concilia la percezione tattile e quella visiva, affermando il suo diritto imperioso all’immagine. 
La mostra, in collaborazione con Akab progetto cultura, è stata realizzata grazie al sistema del crowdfunding. All’inaugurazione, con l'artista, Teresa Elena Cinquantaquattro, Marco De Gemmis, Luciana Jacobelli e Ludovico Solima. Con il patrocinio del Comune di Napoli.

Sabato 18 ottobre 2014 ore 17



  • Misurare il tempo. Testimonianze nel Museo Archeologico di Napoli

di Antonio Coppola

Domenica 19 ottobre 2014 ore 11

Napoli, Museo Archeologico



I suggerimenti della settimana

Post del momento

FOTO - Molo Beverello: ecco come sarà e quando...

Il progetto presentato con questo rendering è di circa 20 milioni di euro e prevede di radere al suolo tutto il molo Beverello e c...