Dracula tra leggenda e realtà - Sabato 13 Settembre ore 18


L’associazione culturale NonsoloArt propone per sabato 13 settembre alle ore 18:00 una visita guidata all’interno del chiostro di Santa Maria la Nova durante un’apertura straordinaria del complesso che rimarrà aperto eccezionalmente solo per i visitatori con NonsoloArt.

L’evento è da collegare alla recente ricerca, avviata da alcuni studiosi internazionali, della tomba del Conte Dracula. Una lapide del 16°, posta all'interno del chiostro piccolo di Santa Maria La Nova, potrebbe indicare il luogo di sepoltura di Vlad III, principe di Valacchia, noto con il soprannome di “impalatore”, ma passato alla storia con l'appellativo di Conte Dracula.
La clamorosa scoperta, in poco tempo, ha fatto il giro del mondo e la vicenda ha già attirato un enorme numero di visitatori. Tutti a caccia della “tomba” del conte sanguinario.

Il Complesso Monumentale di Santa Maria La Nova, risalente al periodo Svevo, un tempo sorgeva nel luogo dove venne poi edificato Castelnuovo, venne fondato dai Frati Minori nell' ultimo quarto del XIII sec. sul terreno loro donato da Carlo I degli Angiò nel 1279 e completamente rifatto, a partire dal 1596, da Giovan Cola di Franco. Il chiostro dedicato a San Giacomo della Marca presenta volte affrescate con episodi della vita del santo, attribuiti tradizionalmente a Simone Papa e numerosi monumenti funerari quattro-cinquecenteschi disposti lungo le pareti provenienti dall'interno della chiesa. Nella sala dell'Antico Refettorio vi è un bell'affresco rinascimentale "La salita al Calvario"del 1514 di indubbia attribuzione tra il Bramantino e Andrea da Salerno.
Visiteremo inoltre la chiesa di Santa Maria la Nova che sorse in stile gotico, ma non si conosce l'artefice della sua costruzione.
L'edificio nel suo aspetto originario ebbe poco più di tre secoli di vita. 
Di notevole importanza è il soffitto ligneo, che è una vera e propria antologia del tardo rinascimentale a Napoli in cui sono incassati dipinti del Curia, dell'Imparato, del Santafede, del Corenzio, del Rodriguez e del Malinconico, l’altare maggiore realizzato da Cosimo Fanzago e la lapide sepolcrale di Giovanna la moglie di Ferrante (Ferdinando I) d'Aragona.

L’appuntamento è sabato 13 settembre alle ore 17:45 presso largo Santa Maria La Nova, Napoli. 

LA VISITA PARTIRA' SE SI RAGGIUNGE UN NUMERO MINIMO DI PARTECIPANTI E, VISTA L'APERTURA STRAORDINARIA, LE PRENOTAZIONI DOVRANNO PERVENIRE, PER MOTIVI ORGANIZZATIVI DEL COMPLESSO, MAX ENTRO LE ORE 11:00 ( MATTINA) DI VENERDì 12 SETTEMBRE.

Contributo di partecipazione 9 euro, soci 8 euro (comprensivo già del biglietto d'ingresso di 5 euro a persona)

Per info e/o prenotazioni info@nonsoloart.it oppure 3936856305

I suggerimenti della settimana

Post del momento

Salvador Dalì a Napoli - Una mostra unica al PAN - Fino al 10 giugno 2018

“ Io Dalí”, la nuova mostra   al  PAN|Palazzo delle Arti Napoli   dal  1 marzo al 10 giugno 2018 , passerà in rassegna, attraverso d...