Wine&theCity dal 20 al 24 Maggio 2014.


Calici, vini e sommelier entrano nelle boutique, nelle gioiellerie, negli atelier d'arte e design disegnando un percorso inedito e social, dove il buon bere incontra il glamour. Quattro giorni e oltre 100 indirizzi sparsi in tutta la città per il primo evento diffuso dedicato alla cultura del buon bere italiano. In ogni indirizzo degustazioni, mostre a tema, presentazioni ed incontri, reading, musica e tanto altro ancora.
La filosofia è la contaminazione di generi e stili, il fil rouge è il vino.
Boutique, gioiellerie, enoteche, wine-bar, ristoranti, alberghi, gallerie d'arte e design, atelier d'artisti, saloni di bellezza, giardini disegnano la mappa da seguire. 
In ogni indirizzo un evento, per ogni evento una cantina, un vino da scoprire. 
Etichette, calici e bottiglie in vetrina. Il vino è il grande protagonista di Wine&thecity, degli incontri e delle degustazioni nei negozi e in tutti gli indirizzi che compongono il circuito. Ad ogni indirizzo viene abbinata una cantina che presenta i propri vini.

Wine&thecity è un evento diffuso che per quattro giorni coinvolge più di 100 location della città di Napoli: palazzi storici, cortili e giardini, boutique, gioiellerie, grandi hotel, atelier d’arte e design, saloni di bellezza, antiquari e botteghe artigiane. Il tema e filo conduttore è il vino, inteso come cultura del bere bene. Ogni location che partecipa al circuito propone eventi ed aperitivi combinando al buon vino lo shopping, l'arte, la musica, la creatività.

  • 20 maggio 18.00| 21.00
PAN DIVINO è l’evento inaugurale della VII edizione di Wine&Thecity. Dalle 18 alle 21, l’atrio, la facciata e lo spazio antistante il Palazzo Roccella, Palazzo delle Arti di Napoli, in via dei Mille 60, saranno coinvolti in un’azione performativa a cura di Simona Perchiazzi. 
Arte, cibo, vino e musica classica invadono gli spazi in un amalgama di suggestioni visive, tattili, gustative ed uditive. Contaminazione, la parola chiave. Un melting pot di elementi dalle differenti consistenze in equilibrio. Spiazzamento, movimento, ritmo dettano il codice espressivo della serata. Sullo scalone monumentale suonerà un quartetto di violoncelli del Centro di Musica Antica Fondazione Pietà dei Turchini. Un ensemble giovane che dialogherà con i diversi elementi della serata scandendone il ritmo. Sulla facciata del museo andrà in scena l’azione di Teatro Dissolto: 
un’azione di public art volta a cogliere di sorpresa i passanti frettolosi e distratti di via dei Mille. 

Nell’atrio la degustazione del vino è affidata al Movimento Turismo del Vino della Campania e curata dai sommelier dell’Ais Associazione Italiana Sommelier di Napoli. In abbinamento ai vini delle cinque province campane ci sarà un intervento gastronomico di Carlo Olivari, chef e designer itinerante di Cooking Division. All’esterno, sotto i portici del Pan, l’APEritivo Napoli, originale Ape car trasformata in bar mobile, icona dell’italianità rétro-pop, darà il benvenuto con il più tipico street food partenopeo: i taralli ‘nzogna e pepe di Leopoldo Infante, da settant’anni i migliori taralli di Napoli, e un calice di vino. 

- L'evento è solo su invito
- Acqua ufficiale Ferrarelle
- Con la partecipazione degli allievi dell’Istituto Alberghiero Vittorio Veneto di Secondigliano. 
- Si ringrazia IPacketrade packaging e trading

I suggerimenti della settimana

Post del momento

VISITA GUIDATA: La Napoli Nascosta: un viaggio nel passato - 17 settembre 2017

Un Viaggio nel passato di tremila anni di storia dal Giardino di Babuk al ventre di via Foria tra antiche cisterne, ipoge...