In prima assoluta nasce “NarteA in Trailer”

In prima assoluta nasce “NarteA in Trailer”
Kairòs - Sussurri del tempo” inaugura la (as)social comunication dell’Associazione Culturale NarteA
L’Associazione Culturale NarteA lancia un nuovo modo di comunicare le proprie iniziative: il progetto “NarteA in Trailer” nasce dalla volontà di promuovere le attività dell’Associazione nei luoghi di Napoli, stando sempre al passo coi tempi e con la creatività. Attraverso la (as)social comunication, così battezzata da NarteA, sarà “Kairòs - Sussurri del tempo” ad inaugurare una serie di trailer, realizzati a cura dei BB (Borruto Bross) e da oggi online su canale YouTube, che annunceranno, incuriosendo, in un breve filmato la “trama” dell’iniziativa. In questa occasione, NarteA promuove “Kairòs – Sussurri del tempo”, la visita guidata teatralizzata in scena sabato 31 maggio 2014 (ore 18:30, prenotazione obbligatoria ai numeri  339.7020849 - 334.6227785) presso il Complesso degli Incurabili, in collaborazione con il Museo delle Arti Sanitarie. La quota di partecipazione è di € 15,00 a persona e contriburà al progetto di restauro del Museo delle Arti Sanitarie degli Incurabili.


Stare al passo coi tempi e promuovere i luoghi di Napoli con le proprie iniziative: nasce su questo leitmotiv il progetto “NarteA in Trailer”, un’idea dell’Associazione Culturale NarteA per divulgare, incuriosendo con brevi filmati online sul canale YouTube, non solo i propri eventi ma lo stesso patrimonio artistico-storico-culturale partenopeo. Attraverso la (as)social comunication, così battezzata da NarteA, sarà Kairòs - Sussurri del tempo” ad inaugurare una serie di trailer, realizzati a cura dei BB (Borruto Bross), che annunceranno la “trama” dell’ iniziativa firmata NarteA. In prima assoluta, l’Associazione Culturale NarteA promuove “Kairòs – Sussurri del tempo”, la visita guidata teatralizzata in scena sabato 31 maggio 2014 (inizio ore 18:30, con prenotazione obbligatoria ai numeri  339.7020849 - 334.6227785) presso il magnifico Complesso degli Incurabili. Realizzato in collaborazione con il Museo delle Arti Sanitariel’evento prevede la quota di partecipazione è di € 15,00 per gli adulti e contribuirà al progetto di restauro del Museo delle Arti Sanitarie dell’Ospedale degli Incurabili.

Il link di “Kairòs” online su YouTube è:

Un'immersione alternativa nel segno della storia e delle tradizioni partenopee, NarteA condurrà i visitatori nel pieno periodo di fioritura del Rinascimento napoletano, in quel luogo dove il tempo resta imprigionato, come l’impronta di un momento in cui i sentimenti diventano protagonisti assoluti delle vicissitudini storiche: un viaggio nel Complesso degli Incurabili porterà alla scoperta della rinascimentale struttura, attraverso personaggi storici redivivi, animati da attori professionisti, quali Raffaele AusielloAnnalisa DirettoreFederica Altamura e Giuseppe Romano, e con la guida del prof.re Gennaro Rispoli, della dott.ssa storica dell'arte Sara Oliviero, del dott.re Vittorio Galasso e del dott.re Flavio Di Benedetto.

Fondato nel 1521 da Maria Lorenza Longo che volle tener fede ad un voto fatto quando era vittima di una malattia che l'aveva paralizzata, oltre ad altri pregi, questo spazio racchiude in se il segno di un tempo, il respiro di un battito ormai andato, che si ferma a guardare le passioni, gli amori, gli ideali che si sono susseguiti nei secoli tra quelle mura. Come mostrano le donne della Buona Morte che sono qui passate, c’è sempre un tempo per cambiare, o meglio c’è un tempo per ogni cosa: vivere, soffrire, guarire, amare, morire! In questo luogo, in ogni momento, si sente ancora il sussurro di quel tempo, che parla ancora.

L’ingresso al pubblico è previsto al Complesso degli Incurabili, in via Maria Longo n. 50, Napoli.

Ufficio Stampa NarteA Annacarla Tredici ph| 333.9513421   email| annacarlatredici@gmail.com

I suggerimenti della settimana

Post del momento

VISITA GUIDATA: La Napoli Nascosta: un viaggio nel passato - 17 settembre 2017

Un Viaggio nel passato di tremila anni di storia dal Giardino di Babuk al ventre di via Foria tra antiche cisterne, ipoge...